Il seggio vacante di J.K. Rowling

La prima cosa che ho pensato di questo libro è stata: questa donna è un cazzodigenio e ha una fantasia senza confini!

L’autrice resa famosa dalla celebre saga di Harry Potter si conferma una grande scrittrice con questo libro “esclusivamente per adulti”, ambientato nella perbenista cittadina inglese di Pagford.

La cittadina di Pagford viene sconvolta dalla morte improvvisa di Barry Fairbrother, appena quarantenne e membro del consiglio municipale. Proprio il suo seggio vacante darà il via all’intreccio di vicende che sconvolgeranno gli abitanti della città…

Continua a leggere

Annunci

Personal velocity di Rebecca Miller

Degna figlia di suo padre Arthur, Rebecca Miller ci regala i ritratti di sette donne newyorkesi ognuna alle prese con la propria sessualità, depressione o sopravvivenza.

Brevi racconti, frammenti di storie più o meno correlate tra loro. Fotografie di scene quotidiane nelle vite dei personaggi femminili scandagliati nel loro intimo.

Bello anche lo stile, un po’ alla Carver.

Personal velocity R.Miller

Il libro è uscito negli USA nel 2001, so che l’anno seguente ne hanno fatto un film diretto dalla stessa Miller, ma non l’ho visto, o almeno non ancora.

L’edizione che ho a casa è la prima per l’Italia: Fandango, 2003 con traduzione di Annalisa Villoresi.

Prezzo su copertina: 13,50 euro. Io però l’ho preso ad un mercatino. Lo vuoi anche tu? Acquistalo direttamente su Amazon

Un altro giro di giostra di Tiziano Terzani

Colpisce sempre la forza degli scritti di Tiziano Terzani. Racconti di guerre, racconti di culture, racconti di vite. Sempre autentici.

Premetto che il primo libro di Terzani che ho letto è stato Un Indovino mi disse, seguito da La fine è il mio inizio e poi Buonanotte, signor Lenin. Eccomi ora a riflettere su Un altro giro di giostra.

Questo è stato definito un libro senza fini giornalistici, personalmente non condivido questa visione in quanto per Terzani fare giornalismo, così come viaggiare, è sempre stato un modo di vivere, e infatti qui me lo vedo che va lì a fotografare se stesso nel viaggio più difficile, come egli stesso scrive, che avrebbe mai intrapreso.

Terzani ha 59 anni quando gli viene diagnosticato il cancro. La prima cosa che fa è, ovviamente, quella di recarsi in uno dei più grandi ospedali al mondo specializzato nel settore, il Mskcc di New York e qui comincia prima attraverso la chemio e poi con la radioterapia la sua battaglia  per la sopravvivenza.

Continua a leggere

Mio salmone domestico di Emanuela Carbè

Mio salmone domestico. Manuale per la costruzione di un mondo, completo di tavole per esercitazioni a casa.
Innanzitutto tanto manuale non sembra, un romanzo neanche, un diario.. no, neanche un diario..  Beh qualunque cosa sia, questo libro mi è piaciutoassai.

Lo stile è scorrevolistecherolmente scorrevole con costruzioni delle frasi che io mi stuzzica assai.
Il protagonista (oltre ovviamente all’autrice) è Crodo, un salmone cinico e dalla lingua tagliente quasi quanto quella di Stewie dei Griffin. Praticamente la versione spietata e sarcastica del Grillo parlante (che diciamolo, non ha mai brillato per simpatia).

Continua a leggere