Mille splendidi soli di Khaled Hosseini

Distesa sul divano, con le mani tra le ginocchia, Mariam fissava i mulinelli di neve che turbinavano fuori dalla finestra.
Una volta Nana le aveva detto che ogni fiocco di neve era il sospiro di una donna infelice da qualche parte del mondo. Che tutti i sospiri che si elevavano al cielo si raccoglievano a formare le nubi, e poi si spezzavano in minuti frantumi, cadendo silenziosamente sulla gente.
“A ricordo di come soffrono le donne come noi” aveva detto. “Di come sopportiamo in silenzio tutto ciò che ci cade addosso”.

Mariam e Laila sono due donne molto diverse: la prima è una “harami”, una bastarda, figlia della relazione tra il padre e la sua serva, è un adolescente di quindici anni il cui unico desiderio è quello di andare ad Herat per studiare e vedere il mondo. La seconda invece è una bambina di nove anni che, pur vivendo in una famiglia benestante, deve fare i conti con gli orrori della guerra. Due donne che non potevano essere più diverse si ritroveranno a condividere lo stesso stronzissimo marito. Nonostante l’ostilità iniziale, tra le due si creerà un legame molto forte.

Una fotografia, o meglio, un vero e proprio zoom sugli scenari di quelle guerre di cui sentiamo tanto parlare in tv e di cui leggiamo tanto sui giornali.

Un libro commovente come pochi. Consigliatissimo. Hosseini è maestro nel creare empatia tra il lettore ed i protagonisti dei suoi libri.

Il titolo del romanzo è tratto da alcuni versi su Kabul del poeta Saib-Tabrizi.

“Non si possono contare le lune che brillano sui suoi tetti, né i mille splendidi soli che si nascondono dietro i suoi muri.”

Il libro è uscito in Italia nel 2007 edito da Piemme, traduzione di Isabella Vaj, lo potete trovare qui:

Mille splendidi soli su Amazon

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;Mille splendidi soli di Khaled Hosseini

  1. Pingback: Mille splendidi soli di Khaled Hosseini | disequilibro

  2. Pingback: 8 marzo – storie di donne | DisequiLibro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...