DISEventeen day – Bel Ami

Se il video vi ha incuriosito, o al contrario, se volete direttamente saperne di più senza vederlo, eccovi una recensione dettagliata:

Innanzitutto si tratta di un romanzo realistico. La scenografia è quella della Parigi negli anni ’80 del secolo XIX, il periodo della terza repubblica dopo la caduta dell’impero di Napoleone III. La Francia, in mano a una borghesia cinica e corrotta (già descritta da Balzac), sta iniziando l’avventura coloniale con la conquista dell’Africa del Nord.

George Duroy è un giovane “alto, ben costruito, biondo, di un biondo castano vagamente strinato, con dei baffi all’insù, che sembrano spumeggiargli sul labbro, due occhi azzurri, limpidi.. i capelli naturalmente ricci…. rassomiglia proprio al “cattivone” dei romanzi popolari”.

E’ un giovane della provincia che va a Parigi senza un’ idea precisa, sa però di adorare i “posti trafficati dalle prostitute, i loro caffè, le loro strade; amava seguirle, parlarle, dar loro del tu, aspirarne i violenti profumi”.

Insomma, come ho già detto anche nel video, il nostro George è un tipo belloccio, cinico e  pure vanesio, che giustamente verrà soprannominato Bel-Ami. Ho anche detto che odiava tutti, “pareva in continua sfida di qualcuno, dei passanti, della case, della città intera..”

Non ha un soldo e quindi deve limitarsi a seguire il flusso della folla rosicando dei ricconi, quando incontra per caso un tipo che era con lui nell’esercito, Forestier, e che è diventato il redattore politico di un giornale.

Questo amico lo fa assumere al giornale e quindi, suo malgrado, George inizia la carriera giornalistica. Maupassant è un maestro nel descrivere con lieve ironia il nascente ambiente della stampa, già allora docile strumento di giochi di potere.

Questi riferimenti alla stampa, daranno vita a numerose polemiche malgrado le ripetute smentite dello scrittore, che era anche, lui stesso, giornalista. La Vie française, il giornale di Monsieur Walter in cui George fa carriera, è una sorta di sintesi dei grandi giornali dell’epoca, una scuola di maldicenza e di inganno. Il ricatto e le campagne di false notizie sono le armi di cui si serve la vita francese.

Ma questo giornale fittizio non è, palesemente, altro che un’immagine fedele del costume giornalistico, che Maupassant ben conosceva.

Uhmm, non sicura più sicura che si stia parlando della Francia della III repubblica… sembra anche voi un qualcosa di familiare?!?

Altre protagoniste (o, secondo alcuni, le uniche) sono indubbiamente le varie donne di George.

Fondamentali saranno Clotilde e Madeleine, la moglie di Forestier.

Clotilde condivide gli stessi gusti di George, le piace divertirsi, non ha pretese ed adotta alla lettera il motto Carpe diem: diviene presto l’amante ideale per Duroy, e forse l’unica donna con la quale egli si sente veramente a suo agio.

Madeleine invece è una donna moderna, indipendente, inserita nelle vicende politiche e finanziarie. In quanto donna, non può svolgere un ruolo di primo piano e quindi opera alle spalle dei suoi uomini, il marito (un uomo mediocre) e anche Duroy, il quale si lascia guidare, pur soffrendo sempre la superiorità intellettuale della donna.

Sto facendo una fatica immensa per non andare oltre e rivelare le altre donne di George che sanciranno la sua scalata sociale…

Per chi non l’avesse letto, basti sapere che George è un vero e proprio genio del male, uno stratega abilissimo e gli sceneggiatori di Beautiful sono dei dilettanti in confronto a Maupassant.

Il resto, l’ho già detto, il libro scorre che è una meraviglia perché Maupassant scrive daddio e, aldilà della battuta nel video, il romanzo è attualississimo.

Io ho una prima edizione del 1965 di Garzanti, trad. di Giorgio Caproni (Il libro è uscito in Francia nel 1885)

Volete leggerlo? E’ semplice, basta cliccare qui Bel-Ami di Guy de Maupassant su Amanzon

Annunci

3 Pensieri su &Idquo;DISEventeen day – Bel Ami

  1. Pingback: Che libro regali a Natale? | DisequiLibro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...