Teaser Tuesday on Disequilibro #5

E’ di nuovo martedì, è di nuovo Teaser Tuesday!

Questo l’estratto di oggi del Teaser Tuesday, che qui su Disequilibro c’è ogni primo martedì dal mese:
“Caro amico” disse infine “che cosa sapete di Mr. Emmerich?”.
Dix sembrò un poco sorpreso.
“Cento per cento, dicono. So che è dei grandi, un asso. Ma tutto per sentito dire”.
“Non mi fido interamente di lui” disse il Dottore. “Ma questo affare dobbiamo farlo con lui. Non c’è altra via. Ho cercato in tutta la città un altro ricettatore. Ma nessuno serve, nessuno è abbastanza grosso per noi. Naturalmente questo non l’ho detto a Cobby. Lui crede che ce ne sia un altro che potrebbe sostituire Emmerich se questi non si sveglia”.

Da “La giungla di asfalto“, di William R. Burnett, trad. Gianni Cesana, ed. Arnoldo Mondadori.

Pubblicato nel 1949, questo libro è stato il primo dei cosiddetti “caper novel” (ovvero romanzo della grande rapina) incentrato sul colpo che cambia la vita, che ti sistema per sempre. Praticamente Burnett ha inventato un genere. Dal libro è stato tratto l’omonimo film di John Huston d che ha ricevuto 4 nomination agli Oscar e 3 nomination al Golden Globe del 1951.
Vuoi leggerlo subito? Sono sufficienti pochi secondi e un click La giungla di asfalto – Amazon

Vi ricordo che potete partecipare tutti seguendo le semplicissime regole in basso!
E’ bello far conoscere ai lettori nuovi libri offrendo loro un estratto, leggiamo e condividiamo!
Regole del teaser tuesdays:
  • Prendi il libro che stai leggendo in una pagina a caso; 
  • Condividi un breve spezzone di quella pagina (“Teaser”)
  • Vietato lo spoiler (rivelare finali, assassini etc..)
  • Riporta anche il titolo e l’autore così che gli altri lettori possano aggiungere il libro alla loro lista dei libri da leggere se sono rimasti colpiti dall’ estratto.
Annunci

4 Pensieri su &Idquo;Teaser Tuesday on Disequilibro #5

  1. “Una volta che entri nell’ottica di non prendere più nulla sul serio è fatta. Passi le giornate ad ascoltare jazz, leggere poesie, bere tè la mattina e rum con ghiaccio al tramonto, cagare, contemplare il panorama fuori della finestra che cambia repentinamente luce – un attimo c’è il sole e l’attimo dopo arriva un tifone tropicale – come solo ai Caraibi, forse solo a Cuba può succedere. Vai a trovare vecchie amiche come Margarita, come Caridad, come Hayda, come Rita Cassia, come Miriam: a leccare il loro sudore, a scoparle davanti e di dietro, senza curarti della pulizia perché “il sesso non è adatto ai perfettini. Il sesso è scambio di liquidi, fluidi, saliva, alito e odori forti, urina, sperma, merda, sudore, microbi, batteri. O non è sesso. Se si limita alla tenerezza e alla spiritualità eterea, resta una parodia sterile di ciò che sarebbe potuto essere. Niente”.

    Trilogia Sporca dell’Avana
    di
    Pedro Juan Gutiérrez

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...