Teaser Tuesday #5 (luglio)

E’ di nuovo martedì, è di nuovo Teaser Tuesday!Lo so, lo so… mi scuserò per la mia latitanza a tempo debito…rompo il ghiacchio con il Teaser Tuesday, che qui su Disequilibro c’è (possibilmente) ogni primo martedì dal mese.

Continua a leggere

Teaser Tuesday #4/16

E’ di nuovo martedì, è di nuovo Teaser Tuesday!

Lo so è il #4 perché il mese scorso l’ho saltato…

Il Teaser Tuesday, qui su Disequilibro c’è (possibilmente) ogni primo martedì dal mese, ma prima (di nuovo) le mie “scuse” per essere sparita da un po’…

Continua a leggere

Acquisti del weekend!

Buon lunedì a tutte/i!

Questi sono i libri che ho acquistato ieri al solito mercatino. Solo tornata a casa ho notato di aver acquistato tre libri scritti da donne (vabbé sulla Ferrante c’è ancora qualche dubbio, ma proprio nei giorni scorsi Marco Santagata avanzava la sua ipotesi sulla misteriosa scrittrice – qui l’articolo del Corriere).

In ogni caso ecco qualche dettaglio sugli acquisti:

Continua a leggere

L’uomo di Filadelfia di Richard Powell

Buon lunedì a tutti!

Dopo giorni di assenteismo oggi condivido la recensione su un libro che ho letto da pochissimo.

Questo romanzo (titolo originale The Philadelphian) è un quadro molto dettagliato sulla città di Filadelfia e sulla sua società, è anche una saga familiare  quasi tutta al femminile ed è soprattutto la storia di una scalata sociale.

Anthony Judson Lawrence  il prodotto dell’ ambizione sociale di tre generazioni.

Continua a leggere

Cavalli selvaggi di Cormac McCarthy

Diciamoci la verità, quando si parla di Cormac McCarthy, per molti non è sicuramente questo il primo titolo che viene in mente.

Difatti McCarthy è famoso soprattutto per La strada (The Road) con cui ha vinto il Pulitzter per la narrativa nel 2007 e Non è un paese per vecchi (No Country for Old Men) da cui è stato tratto l’omonimo film dei fratelli Coen.

Questo romanzo, il cui titolo originale è All the Pretty Horses è il primo dei tre che compongono la Trilogia della Frontiera (Border Trilogy) ed è semplicemente un western, un bellissimo, essenziale, appassionante western.

Il western di McCarthy è però ambientato nell’America degli anni ’40.

Continua a leggere

Zanna bianca di Jack London

Sulla strada innevata che porta all’albergo prenotato per il weekend, la catena della ruota destra dell’auto si spezza.

Fermarsi, cercare di trovare una soluzione nel bel mezzo del nulla e di una tempesta di neve mi ha fatto venire in mente le prime pagine di Zanna Bianca.

Henry e Bill stanno cercando di attraversare la foresta con una slitta trainata da sei cani, per tornare alla civiltà.

I due uomini sono inseguiti da giorni da un branco di lupi affamati guidati da una lupa. Il branco decimerà lentamente ed inesorabilmente la squadra dei cani ed alla fine divorerà anche Bill prima che arrivino i soccorsi.

Continua a leggere

Personal velocity di Rebecca Miller

Degna figlia di suo padre Arthur, Rebecca Miller ci regala i ritratti di sette donne newyorkesi ognuna alle prese con la propria sessualità, depressione o sopravvivenza.

Brevi racconti, frammenti di storie più o meno correlate tra loro. Fotografie di scene quotidiane nelle vite dei personaggi femminili scandagliati nel loro intimo.

Bello anche lo stile, un po’ alla Carver.

Personal velocity R.Miller

Il libro è uscito negli USA nel 2001, so che l’anno seguente ne hanno fatto un film diretto dalla stessa Miller, ma non l’ho visto, o almeno non ancora.

L’edizione che ho a casa è la prima per l’Italia: Fandango, 2003 con traduzione di Annalisa Villoresi.

Prezzo su copertina: 13,50 euro. Io però l’ho preso ad un mercatino. Lo vuoi anche tu? Acquistalo direttamente su Amazon