Teaser Tuesday #4/16

E’ di nuovo martedì, è di nuovo Teaser Tuesday!

Lo so è il #4 perché il mese scorso l’ho saltato…

Il Teaser Tuesday, qui su Disequilibro c’è (possibilmente) ogni primo martedì dal mese, ma prima (di nuovo) le mie “scuse” per essere sparita da un po’…

Continua a leggere

Annunci

Teaser Tuesday #3/16

E’ di nuovo martedì, è di nuovo Teaser Tuesday!

Questo l’estratto di oggi del Teaser Tuesday, che qui su Disequilibro c’è (possibilmente) ogni primo martedì dal mese, ma prima le mie “scuse” per essere sparita da un po’…

Continua a leggere

Teaser Tuesday #1

E’ di nuovo martedì, è di nuovo Teaser Tuesday!

Ma soprattutto è il primo martedì di questo 2016! Felice anno nuovo a tutti! (lo so, sono in netto ritardo, ma non mi andava giù che il primo post dell’anno fosse un post programmato quindi ve lo beccate oggi)! 🙂

Questo l’estratto di oggi del Teaser Tuesday, che qui su Disequilibro c’è (possibilmente) ogni primo martedì dal mese:

Continua a leggere

Che libro regali a Natale?

Buongiorno a tutti! Ci siamo! E’ arrivato l’ultimo weekend prima di Natale, fatti i regali???

Se fate parte, come me, dei ritardatari, ecco alcuni miei consigli su quali libri regalare:

 

Continua a leggere

L’uomo di Filadelfia di Richard Powell

Buon lunedì a tutti!

Dopo giorni di assenteismo oggi condivido la recensione su un libro che ho letto da pochissimo.

Questo romanzo (titolo originale The Philadelphian) è un quadro molto dettagliato sulla città di Filadelfia e sulla sua società, è anche una saga familiare  quasi tutta al femminile ed è soprattutto la storia di una scalata sociale.

Anthony Judson Lawrence  il prodotto dell’ ambizione sociale di tre generazioni.

Continua a leggere

L’arte della gioia di Goliarda Sapienza (l’eretica)

Chi lo ha letto lo adora, chi non lo conosce potrebbe pensare ad un manuale o ad un saggio ed in questo caso non ci sarebbe nulla di più sbagliato.

“L’arte della gioia” è un romanzo appassionato, in cui si divora buona parte del secolo breve, ma è anche un romanzo incestuoso nella tessitura della trama e dei personaggi. La protagonista è Modesta, una donna forte ma anche fragile, machiavellica ma anche insicura, una donna completa in tutte le sue contraddizioni. Ma quello che colpisce di Modesta, Mody è soprattutto il suo essere erotica, il seguire il suo istinto. Sempre.

Continua a leggere

Leggere libri di letteratura rende più intelligenti e empatici – Grandi speranze

Buon giovedì a tutti!

Oggi condivido con voi un articolo dell’ Huffington post

L’articolo si rifà a diversi studi che sostengono che le persone che spesso leggono narrativa e letteratura sembrano essere maggiormente in grado di capire gli altri, di entrare in empatia con loro e di vedere il mondo dalla loro prospettiva.

Chiaramente c’è anche chi afferma il contrario, ma da accanita lettrice, non posso non sostenere le proprietà sociologiche del leggere, soprattutto se si tratta dei classici.

Ci pensavo appunto qualche giorno fa, mentre aspettavo che quell’ingrato di Pip abbassasse un po’ la cresta…

Sto parlando ovviamente di Pip di Grandi Speranze (già la traduzione del titolo è fuorviante… sarebbe stato meglio “Grandi aspettative”, e sarebbe stato anche più fedele all’originale “Great Expectations”).

Il nostro povero piccolo orfano Pip inaspettatamente si ritrova ad avere delle grandi aspettative, grazie ad un misterioso benefattore, e allora pensa bene di snobbare i suoi pochi affetti e di scegliersi amici più adatti al suo nuovo status comportandosi delle volte da vero stronzetto egoista.

Continua a leggere

La morte del padre, Karl Ove Knausgård

La morte del padre di Karl Ove Knausgård è uno dei migliori libri che io abbia letto negli ultimi tempi. Forse uno dei migliori tra tutti quelli che ho letto.

Stavo parlando con il mio compagno e per introdurgli autore ed opera ho detto: “é un libro autobiografico”. Mi sono sentita rispondere: “perché, che ha fatto questo nella sua vita?”

La domanda mi ha zittito per alcuni secondi poi ho detto: “non è cosa ha fatto, ma come lo scrive”.

Ed è proprio così. Knausgärd scrive semplicemente della propria vita raccontando il suo essere bambino, adolescente e ora marito e padre.

Continua a leggere

Il seggio vacante di J.K. Rowling

La prima cosa che ho pensato di questo libro è stata: questa donna è un cazzodigenio e ha una fantasia senza confini!

L’autrice resa famosa dalla celebre saga di Harry Potter si conferma una grande scrittrice con questo libro “esclusivamente per adulti”, ambientato nella perbenista cittadina inglese di Pagford.

La cittadina di Pagford viene sconvolta dalla morte improvvisa di Barry Fairbrother, appena quarantenne e membro del consiglio municipale. Proprio il suo seggio vacante darà il via all’intreccio di vicende che sconvolgeranno gli abitanti della città…

Continua a leggere