L’uomo di Filadelfia di Richard Powell

Buon lunedì a tutti!

Dopo giorni di assenteismo oggi condivido la recensione su un libro che ho letto da pochissimo.

Questo romanzo (titolo originale The Philadelphian) è un quadro molto dettagliato sulla città di Filadelfia e sulla sua società, è anche una saga familiare  quasi tutta al femminile ed è soprattutto la storia di una scalata sociale.

Anthony Judson Lawrence  il prodotto dell’ ambizione sociale di tre generazioni.

Continua a leggere

Fight Club 4 Kids – per Bambini

In molti hanno sicuramente visto il film (qualcuno anche solo per Brad Sempreverde Pitt), qualcun’altro ha letto anche il libro.

Impossibile non condividere questo video in cui lo stesso Chuck Palahniuk, autore di “Fight Club”, prova a leggerne una versione che vorrebbe essere per bambini, in un video di Mashable. Enjoy It!

Vuoi leggerlo?  Acquista ora Fight Club su Amazon!

Il Re è tornato…

Appena una settimana fa è uscito in Italia l’ultima creatura del prolifico Stephen King, Revival pubblicato da Sperling & Kupfer, traduzione di Giovanni Arduino.

Revival parla di dipendenza e fanatismo religioso. Ambientato in una placida cittadina del New England, più di cinquant’anni fa, è il racconto di due vite: quella che King ha vissuto e quella che avrebbe potuto vivere, attraverso la storia di due personaggi potenti e fragili. Un’ombra si allunga sui giochi di un bimbo di 6 anni, Jamie. Sopra di lui il rassicurante reverendo Jacobs.

L’uscita di questo nuovo libro mi ha fatto venire in mente l’introduzione di un celebre e bellissimo libro del Re, Il miglio verde.

Sicuramente molti voi avranno visto il film (quello con Tom Hanks per intenderci), altri hanno avranno letto anche il libro. Ma chi ricorda l’introduzione in cui King spiega come è nata quella storia?

Eccola qui e poi ditemi se King non sia lui stesso fuori di testa come alcuni dei suoi migliori personaggi..

Soffro di insonnia ciclica […] cosicché cerco di avere sempre a disposizione una storia per le notti in cui non riesco a prendere sonno. Allora, sveglio nel buio, la racconto a me stesso, scrivendola nella mente come farei alla macchina per scrivere o al computer […] Ogni notte ricomincio da capo e, prima di addormentarmi, arrivo un po’ più avanti della notte precedente. Dopo cinque o sei notti, di solito ho memorizzato interi brani di prosa. Sembrerà anche un esercizio da svitati, ma l’effetto è sedativo… e come passatempo è mille volte meglio che contare le pecore. […] Sono felice che [il romanzo] sia stato apprezzato da un così vasto numero di lettori. E devo ammettere che in fondo è una gran bella storia da leggere prima di dormire.

Si! Lo avete pensato anche voi?

Però se prendesse una banalissima pasticca di valeriana, ci saremmo persi un sacco di storie..

E voi quale romanzo del Re preferite?

L’ultimo nato lo trovate qui:

http://Revival: A Novel Stephen King

Zanna bianca di Jack London

Sulla strada innevata che porta all’albergo prenotato per il weekend, la catena della ruota destra dell’auto si spezza.

Fermarsi, cercare di trovare una soluzione nel bel mezzo del nulla e di una tempesta di neve mi ha fatto venire in mente le prime pagine di Zanna Bianca.

Henry e Bill stanno cercando di attraversare la foresta con una slitta trainata da sei cani, per tornare alla civiltà.

I due uomini sono inseguiti da giorni da un branco di lupi affamati guidati da una lupa. Il branco decimerà lentamente ed inesorabilmente la squadra dei cani ed alla fine divorerà anche Bill prima che arrivino i soccorsi.

Continua a leggere